Skip to content

Composizione dell’olio extravergine di oliva

Abbiamo visto nel precedente articolo la tabella dei valori nutrizionali dell’olio extravergine di oliva. Vediamo adesso di comprenderla un po’ meglio.

L’olio extravergine di oliva è una miscela di grassi insaturi (acido oleico), saturi (acido palmitico) e polinsaturi (acido linoleico), in ordine di presenza. La bassa presenza di acido linoleico permette a questo alimento di resistere all’ossidazione. La piccola percentuale che resta (circa 1 %) è composta da diverse vitamine liposolubili, da polifenoli e fitosteroli. La sua composizione e il suo equilibro tra i diversi grassi, lo rende facilmente assimilabile dal nostro organismo.

Da qui partono i benefici dell’olio extravergine di oliva: grazie alla rapida assimilazione infatti, i benefici di questo prezioso alimento iniziano prestissimo la loro azione nel corpo umano. I grassi sono fondamentali al corpo umano perché la loro azione non è solo quella di apportare energie all’organismo ma vengono utilizzati anche nel sostegno strutturale delle membrane cellulari.

L’olio extravergine di oliva è un alimento che non può mancare in nessuna dieta, tanto è vero che i dietologi e i nutrizionisti ne possono ridurre le quantità ma non vi diranno mai di eliminarlo definitivamente.

L’azione benefica dell’olio extravergine di oliva si estende a tutti gli organi, rallentando infatti il processo di invecchiamento, proteggendo e nutrendo la pelle. Degli effetti benefici dell’olio però parleremo più diffusamente in un altro articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *